Uffici esportazione
Sede di Bologna presso la SABAP di Via Belle Arti 52
Home - Compiti - Ufficio esportazione di Bologna
 

Il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio stabilisce il divieto di uscita definitiva dal territorio nazionale di tutti i beni vincolati di proprietà privata e pubblica, prescrivendo la necessità di autorizzazione ministeriale preventiva per quelli di proprietà privata nei quali sia presumibile l’esistenza di un interesse culturale la cui effettività non sia stata però ancora verificata.
Di tutti i beni culturali sottratti o meno all'uscita definitiva può essere richiesta l'uscita temporanea, per gli scopi stabiliti dalla normativa vigente in materia, con l’obbligo da parte del proprietario di munirsi dell’attestato di circolazione temporanea.
L’ufficio preposto al controllo e al rilascio di autorizzazioni di esportazione o di importazione per beni culturali è l'Ufficio Esportazione di oggetti d'arte e d'antichità competente per territorio.

L'Ufficio Esportazione oggetti d’antichità e d’arte di Bologna dipende dalla Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara (SABAP-BO) con sede in Via Belle Arti n. 52 - 40126 Bologna (BO)
Telefono: 0039 051 223773 - 224402 - 220675   (alla connessione con il risponditore automatico, digitare lo "0" seguito dall'interno sotooindicato)
per dott.ssa Anna Stanzani interno 126
per sig.ra Innocenza Russo interno 146
Fax: 0039 051 227170
mail sue.bo@beniculturali.it
Direttore dott.ssa Anna Stanzani

Come effettuare la registrazione al S.U.E.
1) Accedere al sito https://sue.beniculturali.it  e procedere con la registrazione (sul sito è presente il manuale utente) avendo cura di compilare per intero il form
2) Dopo la conferma della registrazione chiamare l'Ufficio esportazione (051 223773) per comunicare il codice ed ottenere l'abilitazione
3) Ottenuta via mail la conferma dell'accreditamento, con codice identificativo e password, accedere al sistema
4) indicare la tipologia di operazione desiderata
5) compilare una scheda identificativa del bene, comprensiva di tutti i dati essenziali per il suo riconoscimento (compresa una fotografia dell'opera, anche del retro se contiene elementi significativi) e inviarla, tramite il sistema informatico, all'Ufficio esportazione scelto; resta necessario presentare anche la documentazione cartacea che andrà concordata con l'Ufficio esportazione
6) chiamare l'Ufficio esportazione per concordare giorno ed ora di espletamento della pratica
7) si rammenta che per tutte le tipologie di operazioni, tranne per quanto riguarda le autocertificazioni di arte contemporanea, è prevista l'effettiva presentazione delle opere all'Ufficio esportazione